QGIS e i grafici dinamici nel compositore di stampe

È stata rilasciata la versione 3.0 del plugin DataPlotly di Matteo Ghetta.

Introduzione


Il Plugin nasce due anni fa e permette di creare grafici all’interno di QGIS. Dal suo primo rilascio – maggio 2017 – ha subito molti miglioramenti con feature molto interessanti come la selezione dei dati a partire dal grafico stesso. Nel 2019, grazie ad una raccolta fondi, è stato raggiunto l’obiettivo per un salto di qualità del plugin stesso, ovvero creare grafici dinamici nel compositore di stampe (in particolare negli atlas).

Gli sviluppatori che hanno migliorato il plugin sono Nyall Dawson e Matteo Ghetta, il primo è uno dei più attivi developer di QGIS e titolare di North Road, azienda Australiana che partecipa molto allo sviluppo di QGIS anche finanziariamente. Matteo Ghetta è un developer italiano molto attivo nella documentazione e traduzione di QGIS e vanta la creazione di alcuni dei più bei plugin di QGIS. Matteo lavora in una delle aziende più titolate al mondo per la formazione GIS (con software Open Source), Faunalia, unica azienda italiana a poter rilasciare una certificazione ufficiale e riconosciuta dalla fondazione internazionale QGIS.ORG, a capo dell’azienda l’attuale presidente di QGIS.org, Paolo Cavallini.

da destra: Nyall, Matteo e Paolo

Dopo una doverosa introduzione, possiamo parlare di DataPlotly, plugin che rende il compositore di stampe di QGIS, uno strumento insuperabile e che non teme nessuno confronto con i software proprietari.

Come installarlo

L’installazione è molto semplice, dal menu Plugin cliccare su Gestisci ed installa Plugin e cercare DataPlotly:

Come utilizzarlo

Il plugin è utilizzabile direttamente in QGIS oppure nel compositore di stampe (questa è una delle novità introdotte nella penultima versione, ma i grafici erano statici), con la presente versione i grafici sono dinamici cioè seguono il vettore di copertura di un atlas.

Supponiamo di voler realizzare un grafico che indichi, per ogni regione ISTAT italiana, il valore della superficie delle province. A tal scopo creo un progetto caricando due layer: le regioni e le province ISTAT; non descrivo come realizzare il progetto (caratterizzato anche da una relazione 1:m tra regioni e province) ma vedremo solo come realizzare l’atlas con i grafici dinamici.

Questo è il progetto e i layer utilizzati:

Il nostro obiettivo è realizzare questo layout:

STEP:

  1. Aggiungere una nuova mappa al layout, io ho aggiunto tre mappe, la 1,2 e 3 (vedi figura di sopra), dopo aver generato l’atlante;
  2. sulla mappa 3 creo l’atlante e fisso come vettore di copertura le regioni (in questo caso specifico le regioni con un buffer di -10 m);
  3. aggiungo la mappa 2 come panoramica;
  4. la mappa 3, anch’essa segue l’atlante;
  5. per ottenere l’effetto visualizzabile nella mappa 3 occorre tematizzare – tramite regola – il layer delle regioni Reg01012019_g_WGS84 utilizzando questo filtro : @atlas_pagename = “den_reg” dove den_reg è l’attributo utilizzato nel vettore di copertura;
  6. per ottenere l’effetto visualizzabile nella mappa 1 occorre tematizzare – tramite regola – il layer delle province ProvCM01012019_g_WGS84 usando come filtro: intersects($geometry, @atlas_geometry ) ;
  7. aggiungo, cliccando sull’icona Aggiungi nuovo grafico al layout, un riquadro che conterrà il grafico e quindi traccio un rettangolo come in figura;
  8. dalle proprietà del grafico imposto il grafico:
  1. scelgo il tipo di grafico, in questo caso Bar Plot;
  2. scelgo il layer da cui prendere i dati da plottare;
  3. scelgo la mappa di riferimento;
  4. spunta su Solo elementi dentro l’atlante;
  5. campo x : nomi delle province;
  6. campo y : valore dell’area delle province;
  7. Aggiorno il grafico per visualizzarlo.

9. Attivo la visualizzazione dell’atlas e il gioco è fatto.

Risultato con una Gif animata:

Video demo:


Riferimenti:

Dati e progetto:

Il progetto è salvato nel geopackage, occorre QGIS >= 3.8 https://mega.nz/#!NEBzlSYJ!-h5QoTzjEk2r5unZNXI3WI-aQa5uBmAG5aTVirejZg8


Se il blog post vi è piaciuto cliccate su ‘Mi piace’, grazie!!!
if you liked the blog post click on ‘Like’, thank you !!!

Se il post vi è stato utile contribuite a mantenerlo aggiornato PayPal

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.